Cos’è, come si crea e che faccia ha una Buyer Persona?

Le chiamano marketing persona, customer persona, audience persona, ma la definizione più nota è Buyer Persona. 

Potrebbe capitare che, al momento di definire il piano di comunicazione del vostro brand o addirittura nella fase precedente, quella cioè di branding vera e propria, qualche consulente di comunicazione senza pudore vi chieda di definire la vostra (o le vostre) Buyer Persona(ssss). 

Obiettivo di questo articolo di SBAMMETE è quello di aiutarvi ad arrivare preparati a questo momento fatidico; non tanto perché ci piaccia l’insolito accostamento di un termine anglosassone con uno latino, quanto perché definire a priori le proprie Buyer Personas è effettivamente utile e determinante per il successo della propria iniziativa imprenditoriale. 

Partiamo dalle basi: cosa (o chi) sono le Buyer Persona?

Con Buyer Persona si intende la rappresentazione tipo dell’acquirente di un determinato prodotto o servizio. 

Per costruire una Buyer Persona il più possibile centrata sugli obiettivi del brand è importante effettuare una ricerca di mercato o, se si hanno a disposizione dati ben profilati, analizzare in modo approfondito il proprio campione, ancora meglio: parlandoci direttamente. 

È bene tenere presente che la Buyer Persona non corrisponde a un cliente reale, ma a un cliente immaginario che rappresenta però il miglior cliente possibile. 

Perché è importante definire le proprie Buyer Persona?

Definire le proprie Buyer Persona (anche dette marketing persona, customer persona, audience persona) non aiuta solo ad aumentare le vendite (che comunque, mica male sarebbe) ma è anche un elemento necessario a organizzare, pianificare e strutturare meglio la propria comunicazione aziendale, identificando tono di voce, canali, contenuti e messaggi che siano in linea con il nostro target. Tutto questo a favore di una migliore customer satisfaction che si traduce in… sì, in un aumento delle vendite. 

Come si definisce una Buyer Persona? 

Nell’ideare la propria Buyer Persona le si può dare un nome e si possono stabilire dettagli demografici, interessi e tratti comportamentali. In questo modo si ha la possibilità di identificare anche gli obiettivi, i trigger point e comportamenti di consumo del cliente tipo. 

Per identificare meglio la propria Buyer Persona le si può assegnare una foto (stock gratuiti come Pexels, Pixabay funzionano bene per selezionare immagini corrispondenti ai nostri prototipi ideali di cliente) o, come alcuni brand hanno fatto, le si può trasformare in cartonati da tenere in ufficio, per avere sempre presente gli obiettivi di marketing (o per avere compagnia in pausa pranzo).

Quand’è che la Buyer Persona diventa plurale?

Quando vi sono gruppi di clienti diversi con differenti ragioni d’acquisto, può essere necessario creare più di una Buyer Persona, identificando una Buyer Persona tipica per ogni segmento della base di utenti. 

Quali sono le utilità di avere una o più Buyer Persona?

  • Inquadrare meglio il business partendo dalla prospettiva dei clienti

Nel pianificare azioni di marketing o strategie di comunicazione, la Buyer Persona è quella figura bi-dimensionale che aiuta a ricordarci che i clienti sono persone in carne e ossa e non meri numeri da sottoporre a fredde indagini di mercato e quindi, prima di parlare di utenti è sempre bene parlare con gli utenti. Le Buyer Persona aiutano l’azienda a concentrare l’attenzione sulle priorità dei clienti, anziché sulle proprie. 

Ogni volta che viene implementata una strategia di marketing o una campagna social, la prima domanda che bisogna porsi è: questa campagna o strategia incontra i bisogni o gli obiettivi di almeno una delle Buyer Persona dell’azienda? Se la risposta è no, SPOILER: è meglio cambiare strategia

  • Targetizzare in modo più efficace le campagne social 

La pubblicità sui canali digitali offre opzioni di targeting molto dettagliate. Se le Buyer Persona sono precise e corrispondono ai reali clienti tipo, sarà più facile andare a cercare quelle stesse persone per mezzo della targetizzazione delle adv

E se le Buyer Persona sono più di una? Facile: basta creare più contenuti, di modo da indirizzare messaggi e contenuti a tutti i nostri clienti tipo.

Continua a seguite SBAMMETE per sapere: 

  • come creare una Buyer Persona efficace, 
  • gli esempi di Buyer Persona più riusciti della storia della comunicazione
  • qual è la Buyer Persona di SBAM! (Un indizio: non ha la pelle verde e non si chiama Dario!)
0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments